L’IMPORTANZA DELLO ZAINO NEI CAMMINI #EQUIPMENT #RUCKSACK

My Rucksack

Una delle faccende prioritarie da sbrigare prima di partire per i pellegrinaggi, o per i lunghi Cammini, è la preparazione del proprio zaino.

Scegliere l’equipaggiamento adatto è fondamentale considerando che dovremo inserirci all’interno gli oggetti indispensabili e “tentare” di trascurare quelli superflui. Ogni esperto camminatore sa che lo zaino potrebbe tramutarsi nel suo fedele compagno di viaggio o nella zavorra da cui difficilmente si alleggerirà. Portare 15 kg sulle spalle mentre si percorre un crinale Appenninico o una Meseta dalla calura opprimente appesantirebbe il viaggio rendendolo quasi impraticabile.

Di seguito troverete l’elenco degli oggetti “NECESSARI”, quelli che tante volte hanno svoltato situazioni difficili o, più semplicemente, che servono per il peregrinare quotidiano.

My Rucksack
My Map, My Rucksack & My Shoes

COSA E’ NECESSARIO AL CAMMINATORE

Zaino Della Ferrino, North Face o Decathlon non importa. É essenziale sia confortevole e non troppo minuto. Utile lo schienale areato, la regolazione degli spallacci (che dovranno essere sempre ben stretti assieme alle cinture frontali), le tasche esterne e le asole porta oggetti. Attenzione al peso, meglio se non supera gli 8 kg (anche se su qualche sito ho letto che lo zaino dovrebbe essere pari al 5% del peso corporeo).
Sacco a pelo o Sacco lenzuolo Leggero o più spesso a seconda della stagione. A piuma o sintetico? Il sintetico forse asciuga prima ma pesa leggermente di più. A mummia o rettangolare? La forma a “mummia” protegge dai climi più rigidi perché vi è meno spazio per il passaggio dell’aria ma per fare un lungo pellegrinaggio va più che bene la forma rettangolare. Il sacco lenzuolo va benissimo se si è sicuri di dormire nei rifugi senza soffrire il freddo.
Borraccia o Camel Bag Valide sia di plastica, sia in alluminio. E’ assolutamente necessario essere sempre idratati. Non sempre si troveranno bar o fonti duranti il cammino. Le Camel Bags ci evitano tanti gesti scomodi per attingere alla nostra fonte d’acqua!
Telo Cerato o Poncho Utilissimo per la pioggia. La sua funzione è proteggere dall’acqua il pellegrino e lo zaino.
Pile Si lava facilmente e mantiene una buona resa termica.
Giacca a vento Impermeabile e anti vento.
Pantaloni 1 corto, 1 lungo. Porto sempre con me anche un paio di leggings che utilizzo per dormire o per camminare e occupa pochissimo spazio.
Maglie In cotone (per dormire) o in microfibra/tessuto tecnico per camminare. Asciugano facilmente.
Cappello Per coprirsi dal sole nelle ore più calde.
Intimo 3/4 paia di mutande.
Calze 3 calzini in cotone e 2 termici da sci (per le sere più fredde). Io utilizzo anche le calze tecniche della Vibram Five Fingers, a cinque dita.
Scarpe Dipende dalla morfologia del terreno. Da trekking ma usate, mai nuove per prevenire le vesciche, più un paio di scarpe più leggere. Tra le leggere, adoro le Vibram Five Fingers modello Trekking. Grazie a loro non ho mai sofferto di vesciche e non ho avuto problemi di asciugatura.
Fazzoletti e salviette umidificate Indispensabili per qualsiasi occorrenza.
Asciugamano Uno sottilissimo (esistono quelli in microfibra) che non ingombri troppo.
Cura del corpo Protezione solare, cerotti anti vesciche, fasce termiche per contratture muscolari, soletta riscaldante per i piedi (si trova come accessorio per lo sci), dentifricio, spazzolino pieghevole, sapone di Marsiglia da usare come detergente per i corpo e per pulire i vestiti, creme idratanti, creme anti insetti, cerotti, piccolo disinfettante.
Accessori Kit da cucito per forare le vesciche, coltellino svizzero per mangiare, tagliare, difendersi, piccola torcia elettrica, spille da balia e spago per stendere gli indumenti, bussola o gps, mappe, luce frontale.
Ciabatte Ho sempre usato le Havaianas per lasciare respirare i piedi la sera o per fare la doccia nei rifugi.
Occhiali Da lettura-sole, meglio se polarizzati.
Bastone o Racchettine da Trekking Dipende dal nostro grado di inselvatichimento. Le racchettine distribuiscono molto meglio il peso delle zaino sulle spalle, evitando dolori alle ginocchia e aiutano durante le discese.
Costume da bagno Meglio averlo se si ama bagnarsi e si prevede di raggiungere laghi o mare.
Marsupio Utilissimo da portare legato alla cintura per raggiungere gli oggetti più utilizzati (es: cellulare, gps, fazzoletti, burro di cacao, protezione solare, soldi, documenti, mappa o guida).

Gli aspetti principali rimangono comunque il confort e la praticità.

Per chi volesse saperne di più delle mie fantastiche scarpe sportive ultra leggere a cinque dita vi basta cliccare qui: VIBRAM FIVE FINGERS. Si possono acquistare anche on line!

Al prossimo articolo,

E.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...