IL CAMMINO DI ASSISI: COS’É E PERCHÉ PARTIRE.

É in onore di San Francesco che fu creato, nell’anno 2006, uno degli itinerari pesaggistici più belli del nostro paese. Fu per merito della grande devozione e del profondo impegno da parte del fondatore, Giordano Picchi, che tutto ebbe inizio e che i pellegrini di tutto il mondo, oggi, possono godere delle meraviglie naturali di questo percorso.

Il cammino di Assisi comincia dal Rifugio Benedetta Bianchi Porro, a Dovadola, in provincia di Forlì-Cesena e si conclude nella storica Assisi, dopo aver accompagnato il viandante tra le sue foreste silenziose, i suoi eremi e le sue cittadine antiche per 300 km. É percorribile a piedi o in bicicletta ed è tra i pellegrinaggi più impegnativi. Le 13 tappe di cui è composto si snodano sui crinali dell’Appennino tosco-romagnolo e all’interno di una delle riserve naturalistiche più mozzafiato del territorio italiano, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi che da Portico di Romagna si allunga fino a Chiusi della Verna.


Parco Nazionale del Casentino

DIFFICOLTÁ DEL CAMMINO 

É, a differenza di Santiago de Compostela, un cammino più breve (300 km contro gli 800 km spagnoli) ma di elevata difficoltà tecnica. La sua morfologia montuosa costringe a numerosi sali e scendi, soprattutto lungo il tratto che dall’Emilia si conclude in Toscana. L’Umbria è invece più pianeggiante e meno carica di dislivelli. Può essere paragonato ad un lungo percorso di trekking, dove l’allenamento e la preparazione sportiva non vanno assolutamente sottovalutati.


TAPPE DEL CAMMINO

  


 Le tappe principali del Cammino sono:

1. Da Dovadola a Marzanella, 21 km

2. Da Marzanella a Premilcuore, 21 km

3. Da Premilcuore a Corniolo, 18 km

4. Da Corniolo a Camaldoli, 22 km

5. da Camaldoli a Biforco, 19 km

6. Da Biforco a La Verna, 8 km

7. Da La Verna a Caprese Michelangelo, 25 km

8. Da Caprese Michelangelo a Sansepolcro, 25 km

9. Da Sansepolcro a Città di Castello, 29 km

10. Da Città di Castello a Pietralunga, 30 km

11. Da Pietralunga a Gubbio, 27 km

12. Da Gubbio a Valfabbrica, 30 km

13. Da Valfabbrica ad Assisi, 16 km


DOVE DORMIRE

Don Alfeo, in collaborazione con Giordano, vi consegnerà tredici foglietti in ognuno dei quali troverete la mappa della tappa da percorrere e la sua descrizione morfologica. Inoltre, verrà allegato anche un foglio A4 in cui sarà scritto l’elenco di tutti i rifugi e degli hospitaleros da contattare liberamente, tappa dopo tappa. Tra i rifugi migliori da visitare c’è l’azienda bio-familiare di Silvia (“La Capannina”) alla Marzanella, la Casa del Pellegrino a Corniolo, il rifugio della guardia forestale nella verdeggiante Camaldoli, il maestoso santuario di La Verna, il rifugio di Sansepolcro e il convento delle Clarisse di Santa Cecilia a Cittá di Castello 


MUST SEE


RISTORANTI E BAR CONSIGLIATI

  • Ristorante “La Rosa Bianca“, Dovadola (da assaggiare il tartufo nero)
  • L’azienda biologica “La Capannina“, La Marzanella (dove acquistare deliziosi succhi e marmellate bio)
  • Alimentari/Bar “Rosa Rabbi”, Premilcuore
  • Ristorante “Da Gigino“, Corniolo (chiedere della pizza con gelato)
  • Locanda “Il Grottino“, Cittá di Castello (dove assaggiare la ciaccia al panaro)
  • Ristorante “Taverna del Lupo“, Gubbio


COSTI

– Iscrizione: 15€

– Rifugi e conventi: in media dai 12€ ai 25€. Il cammino di Assisi è un pó più caro del Cammino di Santiago per la minore affluenza ma l’ospitalità ricevuta è impagabile.

Per iscriversi ed avere maggiori informazioni bisogna rivolgersi a Giordano e visitare il sito www.camminodiassisi.it.



Annunci

3 thoughts on “IL CAMMINO DI ASSISI: COS’É E PERCHÉ PARTIRE.

  1. Ciao, inizierò il Cammino di Assisi a metà luglio. Negli anni passati ho percorso il cammino Francese, la via de la Plata e la via Francigena. Mi piace d’idea di penetrare da pellegrino i luoghi che hanno accolto la vita straordinaria di San Francesco. Hai dei suggerimenti? su you tube del tuo cammino ho trovato solo le prime tappe.

    a presto

    Mi piace

    1. Ciao Angelo!
      Intanto in bocca al lupo per il Cammino di Assisi: sarà tosto ma bellissimo, vedrai.
      Se ti piacesse visitare i luoghi dove San Francesco passó parte della sua vita vedrai che il monte La Verna sarà il tuo rifugio ideale. Ti verranno proposte più sistemazioni nella locandina che riceverai ma ti suggerisco assolutamente di pernottare lí. Vedrai il Sasso Spicco nel giardino del monte, dove Francesco era solito pregare, la bellissima cappella dove potrai ricevere la benedizione come pellegrino, la mattina presto, e percepirai un’aura spirituale pazzesca! Se c’è Francesco, da Siena, salutamelo mi raccomando. É un artista simpaticissimo. Poi, vedrai Gubbio: adorabile (visitala salendo le sue gradinate) e ad Assisi passa per il parco di S.Francesco, vai nella parte bassa a vedere Santa Chiara e la Porziuncola (dove predicó e morí il santo) e, se avrai ancora energie, arrampicati ancora qualche km per visitare l’Eremo delle Carceri!

      Il Cammino di S.Francesco (che non é il Cammino di Assisi) proseguirebbe ben oltre, fino a Rieti e infine a Roma.

      Pax ET Bonum o, ancora meglio, Ultreya! 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...